Sci, Scarponi ed Accessori per lo Sci

Guida alla scelta delle migliori ciaspole o racchette da neve

Tanti consigli per scegliere questa attrezzatura ideale per camminare sulla neve

Tutto sulle migliori ciaspole: sei un appassionato di Trekking in montagna in estate che vuole continuare a percorrere i sentieri anche quando sono coperti di neve? Fortunatamente per voi, potete farlo tranquillamente anche in inverno. Basta procurarsi un bel paio di ciaspole chiamate anche racchette da neve.

A cosa servono le ciaspole

Queste attrezzature per gli sport invernali consentono di camminare attraverso il terreno innevato senza sprofondare nella neve fresca, riducendo al minimo le difficoltà ad arrivare dove volete andare.

Prima di acquistare le racchette da neve vi menzioniamo le conclusioni di uno studio proprio sulle ciaspole: un prodotto di qualità ed adatto alla morfologia dell’escursionista può migliorare le vostre prestazioni tra il 25 e il 50%.

Pertanto, dovremo scegliere una racchetta da neve in base al peso (non dimentichiamo che questo deve comprendere sia il peso dell’escursionista che il peso dello zaino), ma anche in base al terreno dove l’escursionista tenderà ad andare più spesso.

Quindi, se volete fare molte passeggiate in pianura nella neve polverosa, o scalare cime innevate, non dovrete scegliere gli stessi modelli di ciaspole.

Come ovvio infine le racchette da neve dedicate ai principianti non sono le stesse degli escursionisti esperti.

I nostri criteri di selezione per l’acquisto delle racchette da neve

Come anticipato ci sono  diversi criteri per scegliere le vostre future racchette da neve, che dipenderanno dal peso, dalle dimensioni, dalle superfici su cui andrete a fare le escursioni e, naturalmente, dalla frequenza con cui utilizzerete le racchette da neve.

Le dimensioni e le forme

La dimensione delle racchette è la caratteristica più importante in termini di sollevamento. Le racchette da neve distribuiscono il peso su un’area più ampia in modo che il piede non sprofondi completamente nella neve, questo è chiamato in inglese lift. In generale, più leggera o asciutta è la neve o più pesante è l’escursionista, maggiore è l’area necessaria per il corretto sollevamento.

Anche le racchette da neve hanno forme diverse. Le forme ovali offrono una migliore capacità portante grazie alla loro maggiore superficie. Le forme coniche strette hanno meno portanza ma permettono una maggiore velocità. Alcuni tipi combinano questi due stili e hanno una forma a goccia d’acqua.

La larghezza

Il primo criterio essenziale è quello relativo alla facilità di sollevamento della ciaspola che è collegato alla larghezza.

La capacità delle racchette da neve di rimanere in superficie dipende dal peso del camminatore aggiungendo il peso dello zaino.

Ci sono diverse misure di ciaspole ma anche forme diverse: una racchetta da neve stretta (larga circa 20 cm) sarà preferita per semplici passeggiate e per  camminare facilmente.

Per le escursioni in alta montagna con tanta neve fresca, meglio privilegiare una larghezza maggiore (25 cm di larghezza), che consente una migliore portata.

La lunghezza

Il secondo criterio è la lunghezza della ciaspola.

Questo criterio dipenderà esclusivamente dal vostro peso: più siete pesanti, più lunghe dovranno essere le ciaspole.

I materiali

Un altro aspetto  da valutareè il materiale utilizzato per produrre le vostre racchette da neve.

Ci sono diversi materiali, vediamone pro e contro.

In plastica

Qelle in plastica saranno più economiche e più adatte ai principianti. È anche il materiale più resistente e si adatta al meglio a tutti gli utilizzi.

In alluminio

Il secondo materiale piu utilizzato è l’alluminio, che sarà destinato a professionisti estremi in cerca di alte prestazioni.

Il peso

Il peso è un aspetto importante di tutte le attrezzature outdoor, dai pantaloni alle tende da trekking agli zaini. Tuttavia, la maggior parte delle racchette da neve prodotte oggi è abbastanza leggera.

Dovete orientarvi verso racchette da neve che pesino meno di 2 kg per paio come raccomandazione.

Dovete considerare anche il vostro peso (le racchette da neve indicheranno la gamma di peso che sostengono) e i tipi di neve più probabili nella zona in cui ciaspolerete più spesso. Quando si controllano i carichi raccomandati, è importante sapere che queste cifre si basano su condizioni di neve leggera e asciutta.

I ramponi

Oltre a rimanere a galla sulla neve, è essenziale assicurarsi che le racchette da neve abbiano una presa sufficiente. Dopo la salita segue sempre la discesa e può essere pericolosa.

Per garantire un’ottima adesione della neve, tutte le racchette da neve sono dotate di ramponi.

Alcuni modelli ne sono equipaggiati solo nella parte anteriore del piede, mentre altri offrono arpioni aggiuntivi lungo tutta la lunghezza della suole per consentire di percorrere anche le pendenze più ripide con massima sicurezza.

Tuttavia, è sempre importante controllare la quantità di trazione o grip che forniscono. Le borchie sono quasi sempre posizionate sotto le chiusure e/o sulle ringhiere laterali.

Avere solo ramponi sotto gli attacchi è sufficiente per percorrere sentieri battuti. Ma se volete intraprendere pendii più ripidi e forse più ghiacciati, avrete bisogno di tutta la trazione possibile. Gli altri tipi di ramponcini che si possono trovare sulle racchette da neve sono per il tallone e i cunei da arrampicata.

Prestate attenzione al materiale dei ramponcini e alla loro profondità. Più profondi sono, migliore è la presa. L’acciaio è un materiale di qualità superiore perché è durevole, essenziale per terreni ripidi e ghiacciati.

Alzatacco

Sulle racchette da neve, ci sono dei cunei che si trovano sotto il tallone del piede, simili all’alzatacco per lo sci alpinismo. Questi cunei hanno lo scopo di aiutarvi a camminare in salita mantendo il piede il più possibile orizzontale, evitando così l’affaticamento muscolare e delle caviglie.

Sono  essenziali e  a seconda dei modelli, troverete diverse funzioni: il migliore sarà quello che si solleva durante lo salita e si riabbassa in discesa automaticamente.

Le fascette di fissaggio del piede

Infine, l’ultimo ma non meno importante aspetto è il serraggio del piede sulla racchetta.

Ricordate che passerete molte ore con le racchette da neve, quindi è essenziale che siano ben attaccate alle caviglie. Esistono due modelli di attacchi per le racchette da neve: con cinturino, con o senza bloccaggio del piede.

Consiglio: è meglio provare la racchetta prima di fare una escursione impegnativa.. il settaggio della posizione ideale è importante per evitare anche il rischio vesciche.

La funzione degli attacchi è quella di fissare il piede con le racchette da neve. Sono costituiti da cinghie che avvolgono il tallone e il piede.

Le chiusure fisse fanno esattamente ciò che il loro nome implica. Attaccano il piede alla racchetta mantenendolo in linea con la scarpa. In questo modo si ha un maggiore controllo sui movimenti del piede e maggiore comfort. Inoltre, facilita la navigazione tra ostacoli e oggetti.

Lo svantaggio è che questi tipi sono più difficili da usare quando si cammina e si arrampica.

I dispositivi di fissaggio flessibili possono essere ruotati nel punto di attacco alla racchetta. Permettendo una maggiore libertà di movimento, è molto più facile camminare.

Lo svantaggio è che sostenere e superare gli ostacoli può essere più difficile .

Alcuni modelli di racchette da neve sono dotati di scarpette integrate per un migliore supporto.

La nostra selezione

Ed ora alcuni modelli scelti per voi ed acquistabili direttamente online.

Ferrino

Cominciamo da questa marca Italiana: https://amzn.to/2W7yV1e

TSL Goyave

Ed ora questa casa Francese che ho acqustato e provato recentemente. Mi sono trovato bene, ha un prezzo leggermente più alto. Eccone anche altri modelli, sempre della stessa casa: https://amzn.to/37S1Rjr

Alpidex

Passiamo ora anche a un modello di questa casa produttrice: https://amzn.to/3gCzZDS

Ne trovate molti altri modelli sempre su Amazon: https://amzn.to/3a9C0pI

Prices and images pulled from the Amazon Product Advertising API on:

Se aveste ancora dei dubbi dopo aver esaminato i modelli che vi abbiamo presentato, ecco altri approfondimenti da leggere per darvi una maggiore consapevolezza.

Una ciaspola per ogni escursione

Passiamo ora a distinguere i modelli per tipologia di utilizzo per scoprire quale tipo di ciaspole sia più adatto a voi.

Esistono fondamentalmente tre tipi di ciaspole:

  • Per percorsi in piano
  • Per media pendenza
  • Ed infine quelle da utilizzare per escursioni con una forte pendenza.

Ci sono anche alcuni modelli progettati per attività specifiche come l’arrampicata e il trail running.

Vediamo in dettaglio ora ogni tipo di racchette da neve

Per camminare in pianura

Le racchette da neve per il piano sono le migliori per i principianti. Sono progettate per una facile passeggiata su terreni pianeggianti o leggermente collinari e su sentieri ben curati. Queste ciaspole hanno una trazione più semplice e sono più corte delle altre due opzioni.

Per media pendenza

Le ciaspole per terreni in media pendenza sono ideali per chi vuole fare escursioni invernali più impegnative. Sono progettati per l’uso su sentieri su pendii più ripidi e terreni accidentati. La loro capacità portante è migliore di quelle per il piano. Sono probabilmente le racchette da neve più versatili per le escursioni

Per pendenza forte

Le racchette da terreno molto ripido sono state progettate appositamente per l’uso fuori pista. Sono adatte ad escursionisti esperti, snowboarder e alpinisti. Progettati per pendii ghiacciati e ripidi, sono dotati di veri ramponi da arrampicata

Modelli specifici per le donne?

Molti produttori producono anche ciaspole specifiche per le donne. Queste racchette da neve hanno un design più stretto e una dimensione ridotta con attacchi di dimensioni adatte a scarponcini da neve da donna.

Tutto per la montagna

Tanti altri consigli per vivere al meglio la montagna.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close