Sci, Scarponi ed Accessori per lo Sci

Tante proposte di intimo termico invernale per uomo, donna e bambini anche in lana merino

Per essere sempre al caldo per sci, snowboard e altri sport invernali

Speciale intimo termico invernale per sci e snowboard. Essenziale per affrontare il freddo nelle migliori condizioni durante tutta la giornata sciistica, l’intimo termico deve essere soprattutto caldo e traspirante.

Chi non conosce la “tecnica della cipolla” per tenersi in caldo? Questa tecnica consiste nel vestirsi con diversi strati di indumenti sovrapposti per meglio conservare il calore corporeo. E’ stata per anni la tecnica migliore per stare al caldo quando fuori faceva molto freddo per praticare gli sport invernali ed è ancora estremamente attuale

Gli sviluppi della tecnica dei materiali hanno però ridotto l’obbligo di vestirsi con molti capi, anzi, ne bastano solo 3 se veramente traspiranti e isolanti, il baselayer o l’intimo termico  è il primo strato, quello a contatto con la pelle.

Indossata a contatto con la pelle e molto aderente, la biancheria intima tecnica utilizzata per lo sci è oggi molto lontana dai capi in lana o cotone o ancora peggio acrilico che indossavamo qualche decennio fa.

Scopriamo meglio i materiali più recenti per passare poi a tante proposte sia per uomo che per donna ma anche per i vostri figli. Troverete anche capi in lana merino.

Cosa si intende per intimo termico?

I capi di intimo termico come la maglia termica o la calzamaglia si mettono sotto i vestiti da sci come primo strato, a stretto contatto con la pelle.

Design, Inserti e finiture di capi di intimo termico invernale

I capi con le maniche lunghe, possono avere tagli e finiture diverse. Esistono colletti rotondi, colletti a cavalcioni e colletti con mezza cerniera.

La mezza cerniera lampo (zip o HZ che sta per “Half Zip”) consente di modulare la ventilazione durante le fasi di recupero ad esempio sugli impianti o quando le temperature sono più miti.

È possibile trovare modelli con inserti più spessi e più caldi in alcune zone strategiche (ad esempio, spalle e schiena), o più traspiranti (ad esempio, ascelle e colonna vertebrale).

Possono anche essere capi più lunghi nella parte posteriore per limitare il rischio di esposizione al freddo e all’umidità e possono essere dotati di occhielli per coprire i polsi.

Infine, per quanto riguarda il design, questi prodotti sono dotati di cuciture piatte (“seemless”) e tagliati secondo tecniche di mappatura del corpo che consentono di limitare l’attrito durante l’uso, di ottenere una notevole ergonomia e di ridurre il numero di parti necessarie alla loro fabbricazione.

Quale materiale scegliere?

Leggera, morbida e confortevole, la biancheria intima termica non è realizzata tutta con gli stessi materiali.

Per evitare di essere seppelliti sotto una tonnellata di abiti e perdere la libertà di movimento, i produttori hanno pensato di progettare un semplice strato sottile in materiali evoluti come thermolactyl, polar, Dry-fit o Thinsulate.

Questi indumenti tecnici sono stati appositamente studiati per mantenere il caldo e mantenere il corpo al riparo dall’umidità, indipendentemente dalle condizioni meteo grazie a materiali come il poliestere o le tecnologie Dry-Fit utilizzate come strati tecnici, ma vediamo ora in rassegna i materiali.

Mentre alcuni marchi puntano su materiali naturali per distinguersi dalla massa (ad esempio Icebreaker o Fjork Merino con lana), altri si affidano a fibre sintetiche (poliestere, poliammide), mentre si diffonde sempre di più la combinazione di questi due tipi di fibre (ad esempio la tecnologia Lifa® di Helly Hansen).

Fibre sintetiche

Che si tratti di poliestere, poliammide o polipropilene, le fibre sintetiche sono quasi onnipresenti nella composizione dei tessuti per uso esterno. Il loro interesse risiede principalmente nella loro qualità idrofobica, che permette al sudore di evaporare più rapidamente, di asciugarsi velocemente e soprattutto di evitare qualsiasi sensazione di freddo legata all’umidità residua o all’ambiente.

Va notato che la maggior parte dei modelli in fibre sintetiche sono trattati con ioni d’argento per limitare la comparsa di odori.

Fibre naturali

La fibra naturale di gran lunga più utilizzata nella biancheria intima termica è la lana merino.

Morbida al tatto ed elastico, ha la particolarità di regolare naturalmente la temperatura corporea in modo da non avere né troppo caldo né troppo freddo.

Un altro aspetto che può fare la differenza è che limita la comparsa di odori in modo naturale, evitando così di ricorrere a trattamenti chimici ad azione antibatterica.

Un mix di fibre naturali e sintetiche

Combinando le proprietà dei due tipi di fibra presentati sopra, i migliori modelli di intimo termico combinano perfettamente tutte le qualità di ciascuno di loro, per ottenere prodotti ancora più confortevoli ed efficienti durante l’attività fisica.

Fibre riciclate per una maggiore sostenibilità

Negli ultimi anni, sempre più marchi stanno cercando di integrare le fibre riciclate nella composizione dei loro prodotti e di soddisfare i requisiti delle certificazioni  BlueSign® (che certifica i requisiti ambientali, sociali e sanitari) o  FairTrade (che garantisce ai produttori un prezzo equo e stabile).

Quali sono le migliori maglie termiche: migliori indumenti di intimo termico invernale

Passiamo ora alla nostra selezione alcune proposte di intimo invernale per uomo e per donna.

Intimo invernale da uomo

Eccovi alcune proposte fra le più vendute su Amazon

Capi intimi Silvestrin

Abbiamo dedicato uno speciale approfondimento a questa azienda tutta italiana, lo potete leggere qui: capi tecnici Silverskin per lo sci.

Thermotech Norde Set

Thermotech Norde Set
Intimo tecnico Thermotech Norde Set

Ed ora un kit di biancheria intima termica della Norde che vi permette un buon controllo termico in qualsiasi condizioni meteo.

Sono capi dotati di strati elastici tridimensionali per ottimizzare la vestibilità e garantire un miglior flusso di sangue durante la sciata.

  • E’ realizzato in 75 % poliestere e 20 % poliammide e 5% elastane e limita la proliferazione dei batteri
  • Lo trovate online al prezzo di 30 Euro, eccovi il link: https://amzn.to/2UKlZge

Ultrasport

Ed ora da Ultrasport ecco anche questo completo intimo da uomo per lo sci e altri sport invernali.

E’ un set aderente, sagomato, non ha etichette o cuciture ed è fatto di un materiale elastico e morbido.

Possiede una elevata traspirabilità e può essere indossato senza problemi per molte ore.

Ultrasport
Intimo tecnico per uomo Ultrasport

Permette la massima libertà di movimento con una massima traspirazione dell’umidità per garantire un clima corporeo ideale.

Questo materiale è ad asciugatura rapida e previene la formazione di batteri  riducendo la formazione di sgradevoli odori.

Li trovate in vendita qui: https://amzn.to/2Q5go5E

In lana merino

Per i più freddolosi disposti a spendere di più per un materiale naturale e molto caldo, la lana merino.

Vi segnaliamo questa maglia termcia, la X Bionic Apani Merino By X UW. E’ un sottomaglia a Girocollo, da Uomo ad alte prestazioni.

maglia termica in lana merino
Intimo termico invernale: maglia termica in lana merino per uomo

Non è molto economico ma il materiale è di alta qualità.

Lo trovate in offerta su Amazon qui: https://amzn.to/2UKBNja

Intimo termico invernale da donna

Ed ora passiamo a capi disegnati proprio le donne.

Ultrasport Tide Intimo Funzionale Senza Cuciture

Cominciamo da questo set intimo aderente, sagomato, senza alcuna cucitura o etichette, Seamless.

E’ fatto di un materiale con tecnica 3D per garantire una traspirabilità ottimale con funzione quick-dry che garantisce un’asciugatura molto veloce.

intimo tecnico per donna
intimo tecnico per donna Ultrasport Tide

Il capo è morbido e molto elastico: garantisce così un comfort elevato con una grande autonomia di movimento per praticare sport invernali come sci, snowboard o escursioni.

Lo trovate in offerta anche su Amazon a 25 Euro: https://amzn.to/2UKBNja

Decathlon

Questa maglia termica della linea Wedze è realizzata al 100% in Poliestere (PES) ed è disponibile in diversi colori, dal grigio al Prugna sino al Blu Notte.

intimo termico decathlon wedze
intimo termico da donna decathlon della linea Wedze

Ideata per le sciatrici e la snowboarder che cercano un intimo termico molto caldo.Grazie alla struttura 3D della superficie interna, l’aria imprigionata mantiene il corpo al caldo grazie al suo potere isolante.

In lana merino

Intimo in lana merino
Intimo termico invernale da donna in lana merino

Anche per le donne esistono molte proposte di capi tecnici intimi molto caldi  realizzati in lana merino.

Abbiamo selezionato l’equivalente del capo maschile, la maglia X Bionic a girocollo.

Eccola in offerta: https://amzn.to/2ULRaI5

Intimo termico invernale per bambini

In rete e da Decathlon trovate molte proposte anche i vostri figli.

Abbiamo selezionato ad esempio questo kit per bambini

SPAIO® Set

E’ un kit maglia termica e calzamaglia Unisex per bambini, ideale per lo sci.

Il completo è morbido, molto caldo e al contempo traspirante e con cuciture piatte.

intimo termico invernale bambini Spaio
Intimo termico invernale per bambini SPAIO® Set

E’ realizzato con tecnologia Dryarn® Garn e prodotto in Italia.
Lo trovate in vendita online al costo di circa 40 Euro: https://amzn.to/2Q5cxFR

Domande e Risposte

Se aveste ancora dubbi, ecco le risposte ad alcune delle domande più comuni sull’intimo termico.

Come scegliere la taglia di una maglia termica?

L’intimo termico deve essere stretto o largo?

La biancheria intima termica deve essere aderente (ma non troppo), in modo da poter evacuare il sudore verso l’esterno e contenere il calore vicino al corpo. L’anatomia della vostra biancheria intima è fondamentale per determinare l’efficacia del comfort che cercate.

Posso mettere qualcosa sotto la mia maglia termica per stare più caldo?

No assolutamente, ne annullereste tutte le proprietà isolanti e l’effetto sarebbe l’opposto.

Altre soluzioni per restare caldi sulla neve

Se siete particolarmente freddolosi non perdetevi i nostri consigli.

fabrizio grea

Appassionato di sci da sempre, ho fondato Skimania.it nel 2006, dapprima come blog e poi come un vero e proprio portale nella struttura che vedete ora. Scio all'Aprica in Valtellina abitualmente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button