Le ultimissime sullo Sci
Home » Piste da sci mitiche » Pista Sylvester Plan de Corones: recensione con foto e video

Pista Sylvester Plan de Corones: recensione con foto e video

Eccovi tutto sulla Pista Sylvester Plan de Corones, splendida nera nel gruppo delle Black Five.



Ecco un altra tappa nel nostro tour delle piste più belle delle Alpi, la Pista Sylvester a Plan de Corones, una delle “black Five”, delle cioè cinque bellissime piste nere che caratterizzano Plan De Corones in Alto Adige.

Pista Sylvester Plan De Corones

Pista Sylvester Plan de Corones sotto una bella nevicata

Pista Sylvester Plan de Corones: dati

La Pista Sylvester è stata progettata nel 1971:

  • ha un dislivello complessivo di ben 1300 metri
  •  una lunghezza complessiva di cinque chilometri
  •  si snoda in pratica parallela alle due telecabine che salgono dall’arrivo in paese a 975 metri di quota  sino alla partenza della pista a 2275 metri di quota.

L’esposizione della Pista Sylvester è a Nord, quindi la neve tiene  molto bene ma consiglio di percorrerla come sempre al mattino presto per sfruttare le strisce dei gatti anche se qualche problemino di visibilità può darlo, specialmente ad inizio dicembre.

La parte iniziale della pista è relativamente facile ma subito dopo cominciano muri e cambi di pendenza alternati, incrociando anche la Pista Hernegg, altra Black Five ancora più tecnica della stessa Sylvester di cui vi parlerò a parte.. Pista Hernegg a Plan De Corones

Molto belli per chiudere sono anche i curvoni nel bosco che amo in particolare, in tutte le piste.

Si tratta quindi di una pista tecnica, impegnativa data la pendenza e la lunghezza che richiede gambe allenate ma che è molto ma molto divertente.

Le vostre foto dalla Pista Sylvester Plan de Corones

Ecco anche una bella foto inviatami da Milena Scendendo da Plan de Corones verso Brunico con un Piccolo scorcio della Sylvester

21922_10151375643354864_1054581131_n
Le altre Black Five a Plan De Corones oltre alla Pista Sylvester per la cronaca sono,  come vi dicevo la pista Herrnegg, la Pre da Peres, e le piste Erta e la Pista Piculin.

Eccovele descritte una ad una negli approfondimenti che trovate qui di seguito

Infine eccovi un articolo su quali sono le piste nere più difficili in Italia, la top 10!



About admin

11 comments

  1. Ecco anche cosa ha scritto su Facebook Giuseppe Carli sulla pista Sylvester: “Avete scritto giusto , una delle Black Five, esposta a nord , bellissima pendenza all’ interno curva , due / tre muretti fantastici , dentro e fuori dal bosco, pista vecchio stampo, strepitosa vista mentre si scende.Risalita molto veloce con la scelta di 2 cabinovie da 6 e 8 posti, discesa intermedia, insomma la Sylvester.”

  2. sul Plan De Corones ho fatto l'ultima salita in seggiovia, la discesa l'ho fatta barella slitta , dopo essermi fratturata I legamenti. Comunque restano vivi in me I più bei ricordi.

  3. l'ho fatta,di pomeriggio,quasi completamente all'ombra e ghiacciata,un centinaio di metri con il sedere per terra,è comunque uno spettacolo!!!

  4. La Silvestre è bellissima con pendenze fino al 70% e oltre,ma rimane un po fuori regola nelle protezioni! Infatti molta parte della pista NN ha le reti apposite in caso di uscita dalla stessa e ciò è molto grave!!

  5. fatta da cima a fondo, liscia, con le gobbe, ghiacciata, pagiugosa e chi piu' ne ha piu' ne metta…resta la piu' bella! E' fantastico vedere le faccie di quelli che mi vedono arrivare fermi sui cambi di pendenza nel bosco: arrivo sparato… due curvette per rallentare e poi giu' a capofitto sulla parte destra della pista attaccato al bosco, la parte piu' ripida!!! La prendo proprio in quel punto per non aver scocciatori davanti !!!!! hihihihihii…Grande soddisfazione all'arrivo, con i quadricipidi che bruciano e chiedono vendetta e con il cuore che batte a 1000!!! W LA SILVESTER!!!

  6. sempre bella !

  7. Una pista stupendaaaaaaaaa!!!

  8. Per Paolo Mascheroni: Sei un gran "fenomeno"!

  9. Una pista favolosa, specialmente i curvoni che ho battezzato " cavatappi ".Il passaggio nel bosco è favoloso. Fatta a gennaio 2015.

  10. Pier Nicola Ricciardelli

    Fatta quando l’aprirono, non ricordo quando ma ero in un albergo a Brunico con mia moglie e figlio che aveva tre anni o due. Ora ne ha quarantadue. Era ancora piuttosto stretta e difficile, ma io, abituato all’Abetone non ebbi molti ptoblemi. Purtroppo la feci da solo, era completamente deserta!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*